Scarpe da trekking oppure una mountain bike. 
Nello zaino acqua e qualcosa di leggero da mangiare durante il percorso che ci porta a scoprire scorci di grande interesse naturalistico e culturale. 
Un itinerario, quello di Agliate-Chignolo-Triuggio, che diventa un lungo anello grazie alla congiunzione, nei pressi della basilica di Agliate e a Ponte Triuggio, con la Ciclabile principale del Parco Valle Lambro. 
Sei i rami in cui il tracciato può essere suddiviso ognuno dei quali caratterizzato da peculiarità  che rendono unico quel tratto di percorso. 
Nel suo complesso, l'itinerario ci porta a scoprire ambiti agricoli, numerose cascine di interesse storico, alcune delle quali ristrutturate e boschi in cui si possono incontrare, se fortunati e rispettosi della natura, scoiattoli, fagiani, uccelli tipici e tutti gli animali caratteristici del sottobosco. 
Tanti anche i maneggi grazie ai quali si possono organizzare passeggiate a cavallo nei boschi. Lungo il tracciato non mancano ruscelli e fontanili che rendono la flora molto rigogliosa soprattutto in primavera.

Dal Parco del Chignolo si accede al Sito di Interesse Comunitario (IT2050004) della Valle del Rio Cantalupo. Si tratta di una commistione di ambienti naturali, aree seminaturali gestite dall'uomo e impianti di specie straniere. Sono presenti habitat boschivi di pregio ed elementi floristici e faunistici protetti a vari livelli.

Il percorso risulta accessibile dalla rete ferroviaria nella sua parte settentrionale alla stazione di Villa Raverio, sulla tratta Fs Monza Molteno.
Più a sud invece la stazione di Triuggio, sempre sulla linea Monza-Molteno, è il punto di partenza del percorso ed è dotata nelle immediate vicinanze di un grande parcheggio per auto. 
Il percorso presenta un numero rilevante di possibili accessi sia pedonali che mediante l'auto, in corrispondenza dei centri urbani o di punti di particolare interesse: in corrispondenza del parco della basilica di Agliate, del Bosco del Chignolo e della frazione di Ponte Albiate.


L'itinerario risulta impegnativo sia in bici che a piedi per la presenza di tratti in forte pendenza e punti di attraversamento pericolosi

Agliate - Chignolo - Triuggio

Dettagli

lunghezza: 12.8 Km

difficolta' a piedi: itinerario impegnativo

difficolta' in bici: itinerario impegnativo

ideale per: sportivi

adatto a : amanti dei paesaggi storici e della natura

inizio del percorso: Agliate

fine del percorso: Triuggio

comuni interessati: Besana, Carate, Triuggio

interesse: culturale e naturalistico


Punti di Interesse

image-placeholder.jpg

Basilica di Agliate

Gioiello del X secolo, la basilica è uno dei più interessanti esempi di architettura romanica in Brianza. I 3 ingressi in facciata rivelano la tripartizione interna. Sotto il presbiterio è stata ricavata una cripta. Il vicino Battistero a 9 lati conserva alcuni interessanti affreschi. Il campanile è della fine dell'Ottocento.

image-placeholder.jpg

Parco della Rovella di Agliate

Retrostante la Basilica e collegato ad essa, è un grande parco pubblico che si affaccia sul Lambro. Caratteristiche del parco sono le aree sportive, il canale che sgorga dal fontanile in prossimità  della grotta. Presente anche il percorso vita e una fascia boscata. Il parco e la grotta sono il palcoscenico della rappresentazione della Natività .

image-placeholder.jpg

Villa Stanga Costa Lambro

Appartenuta ai Caldera nel '700, è un complesso armonioso e elegante, con edificio padronale a forma di parallelepipedo. Da vedere il giardino all'italiana sul lato nord che con il viale accompagna dentro la Villa le cui stanze sono state recentemente suddivise in appartamenti, senza però intaccare l'esterno. 

image-placeholder.jpg

Villa Luisa (o Pirrotta)

Comprende un nucleo cascinale con una piccola cappella, trasformata in residenza, ma che mantiene i caratteri dell'edificio sacro. L'edificio padronale è un volume semplice dalla facciata austera con un corpo a 3 piani che si affaccia su un parco recintato dove domina la composizione di pioppi cipressini a cerchio attorno ad un laghetto.

image-placeholder.jpg

Bosco del Chignolo

Diventato nel tempo un bosco di pini strobi impiantati per la produzione di cellulosa, oggi è un'area molto frequentata ricca di sentieri di diverse difficoltà. È il recapito fruitivo principale di questo percorso e punto di congiunzione con il percorso 12 che discende verso la Canonica, frazione storica di Triuggio.

Bosco della Brovada

Per quanto riguarda le aree difruizione il bosco della Brovada per il suo forte grado naturalità può rientrare nella famiglia di spazi fortemente impressi nellamemoria dei cittadini di Triuggio. Il Bosco della Valle della Brovada ha meno attrezzature e servizi per la collettività, ma rappresenta una potenzialità di questa parte del Parco Valle del Lambro.

image-placeholder.jpg

Borgo di Rosnigo

Uno dei più antichi nuclei di Besana Brianza, pur essendo di limitate dimensioni si conserva ancora nella sua integrità . Il piccolo borgo presenta due complessi edilizi di un certo interesse: villa Volontà e la cascina annessa, e villa Boltraffio, recentemente recuperata e trasformata in condominio. Entrambe le ville presentano un parco storico di piccole dimensioni ma di un certo pregio.

image-placeholder.jpg

Villa Biffi

Oggi più nota per la funzione convegnistica, per il suo ristorante, piuttosto che per la rilevanza dell'edificio residenziale storico. Il parco della villa, aperto al pubblico in occasione di eventi, presenta una parte piantumata a nord, fra la villa e gli annessi, un grande prato a sud e un percorso pedonale alberato parallelo alla strada che collega il parcheggio al complesso.