Un anello per scoprire le tante bellezze che il lago di Alserio, e il territorio circostante, sanno offrire: relax, un po' di storia e tradizione, sport e cultura. Il tutto incorniciato da un paesaggio ricco di verde e con la cornice della Grigna e del Resegone. L'articolazione dei percorsi permette una fruizione flessibile degli spazi aperti attorno al lago, costituendo una serie di percorsi di diverse dimensioni e attraversando paesaggi molto differenti in un contesto territoriale di dimensioni contenute e permettendo la visita di diversi ambienti naturali e una pluralità  di edifici e contesti storici, come castelliville, ma anche semplici cascineedicole votive lavatoi.

Il Lago di Alserio è un Sito di Interesse Comunitario (SIC IT2020005), oasi naturale nata per tutelare gli habitat e le specie animali (mammiferi, anfibi, rettili, pesci, artropodi e molluschi) e vegetali più rare e delicate del nostro ecosistema. Tra i SIC del Parco, il Lago di Alserio è quello più vario dal punto di vista naturalistico con diversi habitat protetti, alcuni ad alta priorità per la presenza del lago, dei Piani da Erba, del Bosco della Buerga, delle sorgenti ed i corsi d'acqua.

Il percorso è accessibile attraverso le Ferrovie Nord Milano dalla stazione di Merone (circa 1km) o dalla stazione di Erba circa (2 km). 
Esiste un ulteriore collegamento con la stazione di Anzano del Parco sulla linea ferroviaria 
Como-Lecco. Il percorso è dotato di una serie di parcheggi esistenti che possono essere utilizzati come luoghi di accesso pedonale o di scambio auto bicicletta: ad Erba il parcheggio del cimitero o il parcheggio lungo la pista ciclopedonale nei pressi della trattoria del Gringhelone o dell'area industriale, ad Alserio i parcheggi del cimitero, a Parravicino i parcheggi antistanti la chiesa di Santa Maria e il castello di Casiglio e a Monguzzo nei pressi del campo sportivo.

Attorno al lago di Alserio

Dettagli

lunghezza: 20.8 Km

difficolta' a piedi: media difficoltà

difficolta' in bici: alta difficoltà

ideale per: sportivi

adatto a : amanti della natura

inizio del percorso: Alserio

fine del percorso: Alserio

comuni interessati: Albavilla, Alserio, Anzano del parco, Erba, Merone, Monguzzo

interesse: naturalistico


Punti di Interesse

image-placeholder.jpg
image-placeholder.jpg

Villa Gavazzi

Esempio di residenza nobiliare, a pianta irregolare, particolare per gli elementi decorativi. La conformazione dell'edificio, poco usata nell'architettura delle ville tardo settecentesche della zona, fa pensare a una possibile influenza inglese. Il bosco circostante è un caso tipico di bosco - parco attrezzato per la passeggiata e il godimento romantico della natura.
image-placeholder.jpg

Villa Majnoni

Villa Majnoni più semplice nel suo impianto rispetto a Villa Gavazzi, presenta un corpo principale dal disegno semplice e dalla pianta a C e una particolare dipendenza in stile eclettico con losanghe in cui è stata posizionata la portineria e gli edifici accessori. All'interno del suo parco è custodito un tempietto proveniente dalla Villa Reale di Monza.

image-placeholder.jpg

Castello di Casiglio

Edificato per volere del Cardinale Beltramino Parravicini nel XIV secolo, fu ultimato nei primi anni del 1400. Presenta una pianta ad U, un portico interno ed una svettante torre. L'edificio conserva al suo interno decori e stemmi, che abbelliscono alcune sale. Il nucleo più antico, anche se non del tutto integro, è quello la cui facciata guarda verso il cimitero di Casiglio. Il castello è stato restaurato nel 1985 e trasformato in hotel.

image-placeholder.jpg

Boschi della Buerga

Bosco che si sviluppa sulla sponda sud del lago di Alserio, in parte di proprietà del Parco, nei suoi confini è ospitata la casa del Lago, antica casa ed imbarcadero di pescatori, in cui si svolgono attività  didattiche legate allo studio dell'ambiente, ed un percorso botanico, forse piccolo, ma capace comunque di affascinare, grazie alle sue particolarità , chi lo percorre.


image-placeholder.jpg

Villa Carcano

Villa Carcano progettata dall'architetto neoclassico Pollack e realizzata alla fine del XVIII secolo, è circondata da un grande parco, al cui interno si trova anche un laghetto navigabile. Insieme alla Chiesa di San Michele, alla Cappella del lazzaretto, la Villa è da visitare come il centro storico di Anzano che conserva il fascino del borgo medievale.


image-placeholder.jpg

Civico Museo di Erba

Il museo si propone come Museo del Territorio dell'Alta Brianza e del Triangolo Lariano, ed è in grado d'illustrare le caratteristiche salienti del luogo, la sua storia geologica e paleontologica, la storia dell'uomo dall'antichità  alla storia più recente. Un percorso che simula ciò che si trova di fronte l'archeologo quando opera su di un area di scavo: prima l'incontro con ciò che è più recente e poi, viaggiando indietro nel tempo e scavando sempre più in profondità , si immerge nel passato più remoto. Civico Museo di Erba

image-placeholder.jpg

Villa Lado

Antica residenza dei Parravicini, Villa Lado è circondata da un grande parco recintato. Il suo corpo centrale risale al '500, ma nei secoli successivi la sua struttura è stata ampliata e modificata. In particolare, la villa possiede una spettacolare facciata con scalinata, davanti alle quali si erge maestosa una magnolia pluricentenaria e l'antico oratorio di San Bartolomeo.